La prima decorazione “a grottesche” nota del Rinascimento.

image

di Sabrina Rinaldi

Chissà in quanti ci saremo chiesti: ma “grottesco” da dove deriva!!
La mente inizia a viaggiare nel passato fino ad arrivare a quando l’imperatore Nerone morì, nel 68 d.C. dove i suoi successori vollero cancellare ogni traccia del suo grandioso palazzo sul colle Esquilino, la famosa Domus Aurea.
image

I saloni pieni d’oro, pietre preziose, affreschi, statue, marmi e stucchi policromi furono saccheggiati, interrati e usati come fondamenta per le imponenti terme di Tito e di Traiano. Fu prosciugato il lago dove adesso sorge il Colosseo.

Nel 1480, pare per un caso fortuito, un giovane romano, cadde in una grossa crepa del terreno apertasi su colle Oppio, ritrovandosi in una specie di antro con le pareti ricoperte di figure dipinte.

Grandi artisti dell’epoca appassionati di arte antica, Pinturicchio, Ghirlandaio, Raffaello, Filippo Lippi e altri, decisero di calarsi all’interno di quelle cavità. All’inizio si credevano fossero grotte. È per questo che le decorazioni della Domus Aurea e tutte quelle che ad esse si ispirarono nei secoli successivi, popolarissime per tutto il Cinquecento, furono chiamate “grottesche. ”
Quelle della Domus Aurea sono purtroppo quasi del tutto scomparse.

Nel tempo la parola “grottesco” passò ad indicare qualcosa di insolito e bizzarro e poi, sempre più, qualcosa di caricaturale e un pò mostruoso.

image

La Basilica di Santa Maria del Popolo ospita, un magnifico dipinto del Pinturicchio. Le decorazioni che figurano ai lati costituiscono la prima rappresentazione di figure “a grottesca”, in setuito alla scoperta della Domus Aurea.
image

 

L’Associazione Esplora Roma e Dintorni:  Percorsi Culturali per tutti coloro che amano l’Arte.

Contatti:

delfoverdi@hotmail.it

esploraromaedintorni@gmail.com

Il Blog è dedicato a tutti coloro interessati all’Arte, all’Enogastronomia del territorio ed a percorsi Paesaggistici Culturali.

“Gli articoli sono utilizzabili, a scopo divulgativo, e chiunque può usarli, esclusivamente, citando la fonte (link alla pagina web) e scrivendo a cura di Esploraromablog.com”.

One thought on “La prima decorazione “a grottesche” nota del Rinascimento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...