Bracciano: 470 Master’s Cup 2016 a poche ore dal mondiale.

945084_10201855003125012_169376245_n

Domani si parte. Tutti i trentacinque equipaggi della flotta italiana sono già  al circolo velico Planet Sail per le due giornate di campionato italiano.  E con loro alcuni fra gli equipaggi stranieri hanno già issato le vele per prepararsi invece ai  sei giorni di mondiale edizione 2016. La 470 Master’s Cup ritenta infatti la carta Bracciano e torna sul lago  dopo 9 anni, dal primo al sei agosto.                                                                                                                     Francia, Belgio, Germania, Grecia, Ungheria, Israele, Italia, Romania, Russia, Svizzera e Nuova Zelanda sono i Paesi che partecipano a questa manifestazione giunta alla sua trentatreesima edizione. Come di consueto nelle gare mondiali la regata sarà preceduta da due giornate di prova che, volutamente, combaciano questa volta con le due giornate di campionato italiano, in calendario domani e domenica. La National Olympic Regatta è la quarta tappa  del campionato italiano classe 470 in acqua con trentacinque vele, aperta, in questa circostanza, anche agli equipaggi stranieri per permettere loro di testare il campo di regata e confrontarsi  tecnicamente in un contesto considerato particolarmente complesso.  «Quello di Bracciano è un ottimo campo di regata – sottolinea Vincenzo Losito, presidente classe 470 – perché le brezze del mare  che lo influenzano lo rendono decisamente impegnativo. I venti marini e le vicine alture creano un’ambiente molto tecnico particolarmente adatto allo svolgimento di manifestazioni internazionali di alto profilo. Il lago di Bracciano ricorda un po’ quello di Balaton in Ungheria proprio per i suoi giochi di correnti e per la sua morfologia, un lago che unisce caratteristiche ambientali ottimali dal punto di vista velico ad un contorno di bellezze naturali ineccepibili.  La scelta di questo luogo  – conclude Losito – ha trovato il gradimento di tutta la Classe Internazionale, saranno infatti presenti Stanislav Kassarov e Dimitri Dimou, rispettivamente Presidente e Responsabile Tecnico della Classe Internazionale 470».

Gli equipaggi che parteciperanno al match, di età compresa fra i 30 e i 60 anni, sono tutti di elevato livello tecnico e come previsto dalla normativa  internazionale  concorreranno in base ad una divisione, che prevede quattro categorie, basata  su un doppio limite di età. Saranno in acqua le categorie Apprentice Master, i più giovani, Master, Grandmaster e Grand-Grandmaster.

Top secret ancora il campo di regata  a causa della morfologia del lago stesso che prevede una navigazione particolarmente impegnativa avendo una batimetria non eterogenea. Certo è che i cinque giorni di match saranno svolti su un campo  a forma quadrilatera in centro al lago.                                                                                                                                         Una delle prime barche ad arrivare a Bracciano è stata quella neozelandese dei fratelli Richard e John Power, entrambi del Wakatere Boating Club. « Sono diverse volte che veniamo in Italia – dice Richard  – nel 2012 a Gaeta e nell’edizione del 2007 a Vigna di Valle dove eravamo in gara proprio nelle acque di questo bellissimo posto.  Le particolari condizioni climatiche del lago non sono per noi una grande sorpresa anche se il luogo richiede una particolare attenzione». Successivamente è uscito in acqua uno dei tre team israeliani per mettere a punto l’imbarcazione. Il timoniere  Motty Abram ha raccontato di amare profondamente l’Italia e di venirci spesso proprio per le gare più impegnative. “Sono stato a Napoli per un mondiale 470 – precisa Abram – poi a Cagliari regatando con la classe Flying Dutchman, un’imbarcazione altamente tecnica, per l’Olympic Class Mondiale. E’ la prima volta che invece vengo su questo lago particolarmente competitivo. Amo profondamente l’ospitalità e l’accoglienza degli italiani che ho riscontrato anche appena arrivato a Bracciano».

Oltre settanta le vele attese  al Planet Sail, il circolo di Lorena Avincola e Gabriele Ponzi,  premiato nel 2015 come società dell’anno e premiato nuovamente pochi giorni fa dal Coni,  scelto dall’International  470 Class Association per ospitare  e organizzare l’evento.                                                                                                                                                                              I team  di punta che partecipano alla regata sono per lo più ex olimpici. Fra di loro spiccano il team israeliano  Shay Bachar – Eric Shemes, che ha partecipato alle olimpiadi di Barcellona ed i fratelli Uti e Frank  Thieme, presenti alle olimpiadi di Sidney che arrivano dalla Germania . Aspiranti ai quattro titoli in palio anche  anche gli svizzeri Sandra Giovanoli – Stephan Zurfluh e l’equipaggio Hubert e Verena Kirmann, Presidente del Comitato Master  della Classe Internazionale. Due i team francesi presenti di alto livello tecnico: i fratelli Francois e Damien Bremac,  e  le sorelle Gildas e Laure Pouliqueen, presidente della Classe Francese 470.

Tra i 35 equipaggi italiani in gara quelli con le maggiori ambizioni di vittoria sono i team formati da Marco Gianfreda – Pietro Simeone, Luca Gamba – Stefano Barbarini, Fernando Ziccarelli – Davide Gamba e Fabio Nocera – Riccardo Leoni. Intanto al lago si approntano  gli  ultimi preparativi tutto è stato organizzato perché anche gli spettatori possano godersi le regate. Il comune di Bracciano, il consorzio di Bonifica di Bracciano ed il circolo velico Planet Sail per le giornate del tre e del quattro hanno ingaggiato la motonave Sabazia, capace di accogliere fino a centocinquanta ospiti, per accompagnare gli appassionati di vela ad assistere alla gara direttamente sul campo di regata. E l’associazione “Esplora Roma e dintorni” ha organizzato invece un tour paesaggistico intorno al lago e alle sue bellezze naturali sempre a bordo della Sabazia. «Abbiamo avuto la notevole occasione di ospitare la 470 Master’s Cup 2016 – commenta Armando Tondinelli, Sindaco di Bracciano. I riflettori di tutto il mondo velico sono puntati sul nostro Territorio che va valorizzato al massimo. E’ un lembo di terra ricco di storia e di suggestivi paesaggi che fanno da cornice ai laghi di Bracciano e Martignano ed è molto amato dagli stranieri. Auguro buon vento a tutti gli equipaggi che saranno in regata in questo evento».

E mentre al Planet Sail, che ospiterà tutti i regatanti e sarà base del mondiale,  le bandiere di tutti i paesi partecipanti già sventolano sul palazzo del comune e Bracciano si prepara ad inaugurare la sua sfida con il mondo delle vele. La cerimonia ufficiale si terrà lunedi 1 agosto alle 18.00 in piazza del Comune alla presenza di tutte le autorità, dei vertici della Federazione Italiana Vela e della Classe 470, Nazionale ed Internazionale, dell’A.I.C.S  e di tutti gli sponsors tra cui, in particolare, IBL banca che ha dato un supporto importante alla manifestazione.

Ufficio Stampa Planet Sail – Classe 470 World Master’s Cup

email: pressworldscup2016@planetsail.it                                                                                                Francesca Procopio 392-2275222

 

 

 

 

3 thoughts on “Bracciano: 470 Master’s Cup 2016 a poche ore dal mondiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...