Chiesa di Santa Maria del Riposo

dav
dav

di Sabrina Rinaldi

“La chiesa di Santa Maria o Madonna del Riposo di Bracciano la troviamo percorrendo la strada che scende dall’antica “piazza del ponte”, oggi 1 Maggio, verso il lago o come si diceva anticamente Continua a leggere

LA PENTECOSTE AL PANTHEON – 4 GIUGNO 2017

bmpf4nGbZ8A3i81qnGLzjzl72eJkfbmt4t8yenImKBXEejxNn4ZJNZ2ss5Ku7Cxt

di Sabrina Rinaldi

Domenica 4 giugno Pentecoste di Roma, si rinnoverà la tanto attesa e suggestiva cascata di petali di rose rosse dall’oculos del Pantheon, denominata La “Domenica delle Rose”. Questa celebrazione è di origine antichissima, la cerimonia venne celebrata la prima volta addirittura Continua a leggere

Guarda “Chiesa di Santa Maria del Riposo” su YouTube

Continua a leggere

Santa Maria dei Sette Dolori

2

by Sabrina Rinaldi

Una delle più raffinate e misteriose architetture di Francesco Borromini è Santa Maria dei Sette Dolori che nel 1642, su commissione di donna Camilla Virginia Savelli  (riposa a sinistra dell’altare maggiore), realizzò il convento sulle pendici del Gianicolo. Nascosto dall’alto muro in Continua a leggere

San Girolamo della Carità, dove scoprire un Borromini sconosciuto.

chiesa-di-san-girolamo-della-carita-roma_7266433Bellissima la frase di Renzo Piano, coglie la vera essenza di una città: “Una città non è disegnata, semplicemente si fa da sola. Basta ascoltarla, perché la città, è il riflesso di tante storie.” Renzo Piano (Architetto)

Molte chiese di Roma sono nate sulle fondamenta di antiche case romane, dove donne convertite al Cristianesimo avevano aperto piccole comunità. E’ il caso di Santa Cecilia in Trastevere o Santa Prassede, ma anche San Girolamo della Carità, che sorge sulla domus dove la matrona Paola pare abbia ospitato il Santo nel IV secolo. In questo caso non è passato alla storia il nome della padrona di casa, bensì quello del suo illustre ospite. La chiesa è nota per aver ospitato San Filippo Neri. Il suo soggiorno, ancor oggi è ricordato da un a piccola stanza trasformata in oratorio, dove l’oratoriano Virgilio Spada ( della Famiglia Spada) commissionò una decorazione tra le più interessanti a Francesco Borromini, che venne coinvolto anche nella realizzazione della cappella di famiglia all’interno di San Girolamo. Anche se oggi gli studiosi tendono a escludere la firma del Borromini, alcune delle invenzioni inserite nella Cappella sembrano davvero molto vicine agli espedienti a sorpresa studiati dall’architetto ticinese in altri luoghi.

Ingresso da Piazza Santa Caterina della Rota.

La chiesa apre al pubblico il sabato e la domenica alla ore 10 per la messa.

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi proporci dei percorsi? Se sei interessato e vuoi saperne di più, contattaci l’Associazione Esplora Roma e Dintorni organizza visite guidate per gruppo e non solo.. Per informazioni puoi contattarci tramite e-mail: esploraromaedintorni@gmail.com saremo lieti di scambiare idee e opinioni.

https://esploraromablog.wordpress.com/

 

LA NOTTE DELLE STREGHE il 24 giugno.

venditori-di-lumache
Venditori di lumache

Ritornano in voga le feste religiose e profane. Tra le più sentite nel passato a Roma è quella di San Giovanni, patrono della città, tradizionalmente conosciuta come la Notte delle Streghe, si festeggia il 24 giugno. La storia delle credenze e delle tradizioni relative alla notte delle streghe di San Giovanni varia nel nostro Paese, di regione in regione. In questo periodo dell’anno sono associate tante superstizioni  e i proverbi Continua a leggere

Domenica 29 maggio si festeggia il “Corpus Domini”

corpus

In un interessante post di Pierluigi Sabatini, ho scoperto da dove deriva la celebrazione del “Corpus Domini”. In questa giornata, ovunque si festeggia con delle bellissime infiorate. L’Infiorata di Genzano  è la più famosa nei pressi di Roma.

2d2c7eb3-648b-45e7-84c3-be43826a55ec_590_590_0

Mi piace riportare il suo articolo:

“La solennità del “ Corpus Domini” fu istituita ad Orvieto l’11 agosto 1264 con la famosa Bolla “ Transiturs de hoc mundo” da Papa Urbano IV, al secolo Jacques Pantaléon, 182° Papa della Chiesa cattolica dal 1261 al 1264. Tale celebrazione è per ricordare il “miracolo Eucaristico di Bolsena”, quando nelle mani di un sacerdote di Praga, l’Ostia diventò vera carne e da essa sgorgò vero sangue. Stabilendo che la Festa venisse celebrata dopo l’ottava di Pentecoste, lo stesso pontefice affidò a Tommaso d’Aquino la composizione dell’Ufficio liturgico della s. Messa che per l’occasione compose l’inno eucaristico “Pange Lingua”, il cui estratto è popolare “ Tantum ergo”, che sentiamo soprattutto quando viene esposto il SS. Sacramento, nell’Ora di Adorazione.

idraulico-roma-sangiovanni

A Roma la celebrazione inizia nella Cattedrale di S. Giovanni in Laterano, sede del Vescovo di Roma, per poi concludersi con la processione tradizionale di un’ostia consacrata chiusa nell’ostensorio al di sotto di un baldacchino fino alla basilica di Santa Maria Maggiore.”

 

Basiliche di Santa Prassede e Santa Pudenziana

SantaPudenziana-IMG_7896a

La basilica di Santa Prassede probabilmente sorge su un titulus Praxedis . Prassede e Pudenziana sono sorelle e fìglie di Pudente, discepolo di Paolo.
Secondo notizie agiografìche risalenti al V secolo, subirono le persecuzioni di Antonino Pio perché dedite a dare sepoltura ai martiri perseguitati dallo stesso imperatore. La chiesa, rinnovata nel IX secolo, conserva bei mosaici nell’abside e nella preziosa Cappella di San Zenone oratorio eretto da papa Pasquale l (IX sec.) come sacello per la madre Teodora. Il luogo è considerato uno dei più importanti monumenti bizantini a Roma.

programma-visite-marzo-x-web-3-2.jpg

A piedi, a poca distanza, si raggiunge la basilica di Santa Pudenziana situata a via Urbana una delle strade dove erano disposte dimore patrizie all’epoca romana. È una delle più antiche chiese di Roma. Secondo la leggenda fu fatta costruire nel 145 da Pio I nel luogo dove sorgeva la casa del senatore Pudente, su richiesta delle figlie Prassede e Pudenziana, in ricordo dell’ospitalità che qui ebbe san Pietro, dove le avrebbe battezzate. In realtà fu fondata su un edifico termale del II secolo, le cosiddette Terme di Novato. Di notevole interesse la Cappella Caetani, iniziata dal Volterra e terminata da Carlo Maderno.
Il mosaico dell abside è il più antico esistente Roma (410 -417ca).

programma-visite-marzo-x-web-2-1.jpg

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi proporci dei percorsi? Se sei interessato e vuoi saperne di più, contattaci l’Associazione Esplora Roma e Dintorni organizza visite guidate per gruppi e non solo. Per informazioni puoi contattarci tramite

e-mail: esploraromaedintorni@gmail.com saremo lieti di scambiare idee e opinioni.

https://esploraromablog.wordpress.com/