Affresco Giottesco a due passi da Roma Capitale

Madonna in trono con bambino XIII/XIV secolo

L’affresco denominato Madonna delle Grazie dipinto sul fronte di una edicola romana, oggi posta al centro di una struttura muraria ed usata come altare di una piccolo Santuario sito sul lungolago di Anguillara Sabazia (Rm), in via Reginaldo Belloni, è stato oggetto di studio e diagnostica non invasiva.

Santuario della Madonna delle Grazie

Eseguito dallo Studio Peritale Diagnostico Alfredo Verdi Demma su proprio progetto di studio, con autorizzazione del Direttore Ufficio BB.CC. della Curia Vescovile Diocesi di Civita Castellana e del Parroco di Anguillara Sabazia.

Dagli studi effettuati è emerso che l’affresco raffigurante Madonna in trono con bambino è di stile giottesco, eseguito da un artista della Scuola Romana Giottesca del XIII secolo circa, ed ancora oggetto di studio e di approfonditi ed ulteriori esami diagnostici.

L’affresco è stato riportato alla visione dei fedeli solo dopo il restauro del Santuario nel 1980, essendo stato per decenni coperto da un dipinto su tela del XVII-XVIII secolo raffigurante la stessa immagine oggi posto all’interno della Chiesa madre e portato in Processione ogni 8 settembre in occasione della ricorrenza religiosa della Madonna delle Grazie.

Una nota da sottolineare è emersa dalle indagini eseguite in loco, dove si è potuto evidenziare che in alcune ore della giornata, l’interno del Santuario si illumina di luce naturale da una finestra posta in alto a sinistra, e che illumina l’affresco con luce radente, che fa notare una doratura sottostante in tutta la sua superficie. Da questo si deduce che fosse completamente dorato. Oggi non è più così visibile il fondo oro, ed il motivo plausibile è che l’affresco  è  stato esposto  per molto secoli all’aperto e quindi sottoposto agli agenti atmosferici
che hanno di conseguenza assottigliato la presenza del pigmento.

Si è studiato anche il posizionamento del Santuario e l’ordientamento dell’edicola stessa E-NE.

Festa dell’ 8 settembre 2021

Le indagini diagnostiche per immagini sono state effettuate dallo Studio Peritale Diagnostico Verdi Demma nella tarda serata del 16 settembre 2021 per non intralciare le funzioni del Santuario stesso ed in presenza del Parroco e del Vice Parroco.

Lo Studio come da prassi ha comunicato formalmente al Comando Generale del Nucleo Tutela Patrimonio Artistico, i Tpc, dell’Arma dei Carabinieri, allegando il percorso di studio e diagnostica, realizzato.

MOMENTI DI STUDIO

Alcuni fotogrammi diagnostici su concessione dello Studio Peritale Diagnostico

Alfredo Verdi Demma

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...