Alphonse Mucha simbolo dell’Art Nouveau

Times-of-the-Day-1900-Alphonse-Mucha

di Sabrina Rinaldi

Inconfondibili le sue donne  riprodotte su scatole di biscotti o su i muri per strada , Alphonse Mucha (1860-1939)  è il simbolo dell’Art Nouveau. Di famiglia della piccola borghesia, è stato uno degli artisti più celebri dell’Europa tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo.Uno dei principali rappresentanti Continua a leggere

Street Art: la marcia di William Kentridge disegna la storia di Roma sul Lungotevere.

EsploraRoma

tevere-street-art-William-Kentridge-3

Mancano una manciata di giorni, 21 aprile 2016, e sarà inaugurata a Roma una colossale street art, l’opera ideata dal grande artista sudafricano William Kentridge chiamata Triumphs and Laments, che sui muraglioni di travertino tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini svilupperà in 80 immagini di ampie dimensioni un suo racconto della città eterna, tra splendori della storia e momenti di tragica sconfitta ricordando a tutti noi la grandezza e la miseria di una città ricca di storia e cultura. L’imponente progetto, già presentato alla Biennale veneziana del 2015, preceduto da dieci anni di lavoro preparatorio,  a breve sarà pronto per essere visto in tutta la sua bellezza.

Una storia millenaria quella di Roma in una sequenza non cronologica, volgendo lo sguardo sia ai trionfi che alle sconfitte, con la figura evocativa della Vittoria che scrive le pagine della storia di Roma ripresa dai bassorilievi della Colonna Traiana.

Il fregio lungo…

View original post 242 altre parole

Chi è Banksy………

bansky-2

Banksy (Bristol, 1974) è un artista e writer inglese. È uno dei maggiori esponenti della street art. Non si sa molto di lui è cresciuto a Bristol, il suo vero nome non è noto e le sue opere sono spesso di critica a sfondo satirico, con argomenti rivolti alla politica, alla cultura e l’etica. La tecnica che preferisce Continua a leggere

Beau Stanton al Quadraro

image

Incredibile come si possa raccontare una parte di storia ancora a noi sconosciuta, ma inconsciamente viva nella nostra mente, raccontata dai nostri genitori, dai nostri nonni. Questa storia la ritroviamo nei Murales per le strade del quartiere il Quadraro. “Nella finezza del segno di Beau Stanton c’è l’amore per una tecnica minuziosa, da artista del cesello. Il suo immaginario è costellato di simboli, iconografie Continua a leggere

17 Aprile 1944 Street art Quadraro.

image

Mi piace comprendere il perché di queste opere surrealiste collocate in un determinato posto e il loro messaggio. Non sempre sono poste per riqualificare un area degradata, ma per lasciare un messaggio di ricordo, di una storia passata con cicatrici profonde lasciate nella memoria di molti. Di seguito la motivazione che nasconde anni bui del nostro paese.

Un muro simbolico, su cui il 17 aprile del 1944 centinaia di uomini del quartiere Quadraro vennero messi in fila, dopo un rastrellamento dalle truppe tedesche. La fucilazione non avvenne: si trattò solo di una vile intimidazione, a cui seguì la deportazione. Il murales di Dilka Bear (Alma-Ata, Kazakistan, 1977) e Paolo Petrangeli (Norcia, 1980) è una finestra di speranza disegnata sul ricordo. Il soggetto, dai contorni pop-surrealisti, è una bambina: occhi enormi e sguardo fisso, come un candido automa. La tempesta di viti, molle e bulloni, che penetra la testa di porcellana, schizza fuori dal lato opposto, trasformata in una girandola colorata di animaletti meccanici. La fantasia che rende umani, costruendo
mondi nuovi.” – cit.
image

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi proporci dei percorsi? Se sei interessato e vuoi saperne di più, contattaci l’Associazione Esplora Roma e Dintorni organizza visite guidate. Per informazioni puoi contattarci tramite e-mail: esploraromaedintorni@gmail.com saremo lieti di scambiare idee e opinioni.

https://esploraromablog.wordpress.com/

“Nido di Vespe” street art al Quadraro.

image

Due giorni fa mentre passeggiavo al Quadraro, una delle borgate di Roma, pensavo alle parole di Renzo Piano e di come concepisce il vero lavoro dell’architetto, la sua vera missione. Riqualificare le periferie urbane, per dare alle persone emarginate la possibilità di vivere in un posto a dimensione umana. Il bello piace a tutti e rende tutti migliori. È iniziato un processo di cambiamento, dove si inizia a notare questa tendenza alla riqualificazione Continua a leggere

Street Art: la marcia di William Kentridge disegna la storia di Roma sul Lungotevere.

tevere-street-art-William-Kentridge-3

di Sabrina Rinaldi

Mancano una manciata di giorni, 21 aprile 2016, e sarà inaugurata a Roma una colossale street art, l’opera ideata dal grande artista sudafricano William Kentridge chiamata Triumphs and Laments, che sui muraglioni di travertino tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini svilupperà in 80 immagini di ampie dimensioni un suo racconto della città eterna, tra splendori della storia e momenti di tragica sconfitta Continua a leggere

Torpignattara e la sua street art

Torpignattara quartiere borgata, oggi riconosciuta per la sua street art. Il suo aspetto sta cambiando e molti sono gli italiani che iniziano ad apprezzare questa arte non più fatta su marciapiedi, ma su edifici diventando arredo esso stesso e creando Continua a leggere