La festa della Madonna del Carmine, detta anche “festa de Noantri”.

ProcessioneMadonnaDelCarmine3

 

Un’altro evento atteso a Trastevere, che ogni anno  viene celebrato, è  la festa della Madonna del Carmine, detta “la festa de Noantri“. I Noantri sono i trasteverini, così qualificati per distinguersi dagli altri rioni di Roma, ovvero i Voantri. Per noi  romani è una tradizione che parte da lontano.  La ricorrenza il primo sabato dopo il 16 luglio, la festa venne istituita da un frate carmelitano Simone Stock, nel XIII secolo.

Una leggenda racconta che alcuni pescatori trovarono nelle acque del Tevere la statua che portarono subito nel rione per festeggiarla, anche per questo motivo è chiamata “Madonna Fiumarola”. La festa si apre ogni anno con una processione che, partendo dalla chiesa di sant’Agata in largo S. Giovanni de Matha, percorre il rione di Trastevere accolta dalla fanfara dei Bersaglieri.

Circa l’origine della “Festa de noantric’è anche da riferire l’ipotesi avanzata da alcuni studiosi: essa si riallaccerebbe a quella della “Fortuna Fortuita”, che cadeva tra la fine di giugno e i primi di luglio (a questa divinità, Servio Tullio aveva dedicato il tempio che ancora si osserva presso la Bocca della Verità). Per questa festa avevano luogo gare di nuoto e di barche, corse a piedi e a cavallo e copiose libagioni. Ovidio, parlandone nei suoi “Fasti”, dice:” o giovani, accorrete sui battelli incoronati e in mezzo all’acqua bevete molto vino!”.

In precedenza, veniva portata in processione un’altra immagine del Carmelo: il popolo la chiamava “Madonna fiumarola” perché, secondo una leggenda, era stata trovata verso il 1580 da alcuni marinai della Corsica in una cassa che galleggiava al largo di Fiumicino e veniva accompagnata attraverso il Tevere fino a San Crisogono, chiesa nazionale dei corsi. Da qui poi passò nel vecchio monastero delle clarisse in via dei Genovesi, ora sede dell’orfanotrofio del s. Cuore di Maria.  Attualmente, l’antica e bellissima immagine è custodita nel chiostro delle monache benedettine a Santa Cecilia, giovane martire trasteverina.

abside_s_maria_trastevere
Abside a Santa Maria in Trastevere

Articolo di Pierluigi Sabatini e Sabrina Rinaldi.

Articoli da leggere:

Cinema gratis a Trastevere

Casa del Cinema

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi proporci dei percorsi? Se sei interessato e vuoi saperne di più, contattaci l’Associazione Esplora Roma e Dintorni organizza visite guidate per gruppi e non solo. Per informazioni puoi contattarci tramite

e-mail: esploraromaedintorni@gmail.com saremo lieti di scambiare idee e opinioni.

https://esploraromablog.wordpress.com/

 

Una risposta a "La festa della Madonna del Carmine, detta anche “festa de Noantri”."

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...