APICIO il primo Gourmet della storia.

screenshot_2016-02-26-20-20-43-1.png

Apicio, vissuto tra il 25 a.C. e il 37 d.C., era personaggio molto noto all’epoca, menzionato sia da Seneca che da Plinio, tanto che su di lui si andò accumulando un’esuberante aneddotica. Si vuole, ad esempio, che nutrisse le murene con la carne degli schiavi, e che si sia ucciso dopo aver dilapidato in banchetti un immenso patrimonio. In base a testimonianze indirette, comunque, si può affermare con certezza che Marco Gavio nacque intorno al 25 a.C. e morì suicida – verso la fine del regno di Tiberio – quando s’accorse che il suo patrimonio, ridotto a soli dieci milioni di sesterzi, non gli avrebbe più con­sentito il tenore di vita a cui s’era abituatoWikipedia

banchetto

Il nome di Apicio è da sempre legato alla gastronomia, alle buone pietanze, alle cene succulente. Marco Gavio, soprannominato Apicio dal nome del famoso ghiottone che visse nel secolo precedente, operante sotto Tiberio. A lui si deve la raccolta di ricette gastronomiche che costituisce il nucleo preponderante del De re coquinaria.

Molto ricco, passò alla storia per le sue stravaganze culinarie: manicaretti a base di talloni di cammello, intingoli di creste tagliate a volatili vivi, triglie fatte morire nel garum della migliore qualità, oche ingrassate nei fichi secchi e ingozzate con mulsum, lingue di usignoli, di pavoni e di fenicotteri. Si ignora la data precisa della sua morte, che si può porre alla fine del regno di Tiberio.
Le sue ricerche culinarie non dovettero essere in realtà così stravaganti, ma è sicuro che molti dolci e soprattutto salse presero il suo nome.
cuquinaria

Il De Re Coquinaria è un testo molto complesso e costituito da  ricette di salse e di piatti completi.
Il suo latino era povero dal punto di vista letterario, ma  adatto al linguaggio dei cuochi dell’epoca.

Si trattava di un’opera di uso corrente, alla quale si aggiungevano in margine varianti e nuove ricette, dando così vita poco a poco, edizione dopo edizione al corpus di cui disponiamo.

apicio

Suddiviso in più capitoli, contenevano suggerimenti vari, da come preparare un vino speciale , al come rendere chiaro il vino nero , come conservare a lungo certa frutta aromatico e certe verdure , come conservare a lungo la carne , come riconoscere il miele cattivo , come preparare le salse adatte a tartufi , ostriche.

L’impiego di carni tritate, l’uso di alimenti poveri ed erbe aromatiche, agli ortaggi. Verdure , frutta , formaggio , legumi e farinacei erano la base dell’ alimentazione dei romani. Apicio spiega con cura come conservarli al meglio e li considera quasi una ghiottoneria e soprattutto un cibo sano , buono , quasi benefico .
Ricette per salse , torte , piatti di verdure , antipasti , piatti con frutta cotta  e formaggi . Legumi utilizzati per fare farine varie.

Apicio_2

Cucinare cacciagione da piuma e animali da cortile con le indicazioni per preparare salse particolarmente adatte alle loro carni. E tutto il commestibile animale di cui i romani ne andavano ghiotti piedini di maiale e di cinghiale , fegato d’ oca , poppa di scrofa , lombi , rognoni , prosciutti. In fine il capitolo sul mare. Pesce , ai molluschi e ai crostacei , ma più che della preparazione vera e propria di queste carni Apicio si preoccupa di consigliare le salse più adatte.

Sabrina Rinaldi

Articoli da leggere:

Tempio di via delle Botteghe Oscure, dove veniva distribuito il frumento gratis.

il primo gelataio romano

Il Simposiarca primo sommelier della storia

Il più famoso fornaio romano

Oscar Farinetti e il grano italiano…….

Associazione SemiLune tutto bio a due passi da Roma.

Ti è piaciuto l’articolo? Vuoi proporci dei percorsi? Se sei interessato e vuoi saperne di più, contattaci l’Associazione Esplora Roma e Dintorni organizza visite guidate per gruppi e non solo. Per informazioni puoi contattarci tramite e-mail saremo lieti di scambiare idee e opinioni:

esploraromaedintorni@gmail.com

Attraverso il BLOG voglio creare un dialogo con le persone interessate all’arte e all’enogastronomia vi invito a commentare gli articoli che vengono pubblicati. 

Chi volesse utilizzare gli articoli a scopo divulgativo lo potrà fare citando la fonte (link alla pagina web) e scrivendo “a cura di Esploraromablog.com”.

6 thoughts on “APICIO il primo Gourmet della storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...